• Dott. Gaetano Ricignolo

Tendinopatia Achillea, una patologia "rognosa"

La tendinopatia achillea è un’affezione del Tendine di Achille, coinvolge solitamente chi pratica sport che sovraccaricano tale tendine, come la corsa, il salto, calcio ecc. dai 18 anni in su.


Le cause più frequenti sono: microtraumatismi ripetuti (calzature non idonee, errori di allenamento, campi di gara incongrui), ipersollecitazioni funzionali, alterazioni anatomiche e funzionali del piede, malattie metaboliche e reumatologiche, predisposizione genetica.


Frequente nel calcagno è la sindrome di Haglund, patologia della regione calcaneare posteriore caratterizzata da borsite retroachillea, tendinopatia inserzionale del tendine di Achille e prominenza dell’angolo calcaneare superiore che determina impingement con la faccia anteriore del tendine d’Achille.


Questo è il nostro protocollo terapeutico, naturalmente fondato su tecniche infiltrative ecoassistite:

  1. accurata sterilità ed anestesia locale

  2. introduzione sotto guida ecografica di ago 18-20 G

  3. bleeding di eventuale spina achillea

  4. iniezione intratendinea e peritendinea di acido ialuronico a medio peso molecolare

  5. infiltrazione con steroide rigorosamente in sede peritendinea, extratendinea

  6. trattamento di eventuale borsite retro e pre-calcaneare con lavaggio-sbrigliamento della borsa ed infiltrazione con corticosteroide intrabursale.

Dopo il trattamento, forniamo al paziente un addestramento specifico per esercizi di stretching e di FKT della fascia plantare e del tendine achilleo. Raccomandiamo inoltre uno studio professionale dell'appoggio e della adeguata calzatura con eventuale opportuno plantare.



Post correlati

Mostra tutti