an-adult-woman-has-a-hip-sore-in-white-r

Il dolore all'anca

cause e soluzioni

 
X-Ray Risultati

L'artrosi dell’anca (coxartrosi)
con o senza artrite

è curabile con

infiltrazione ecoguidata e viscosupplementazione
intra-articolare con acido ialuronico 

Tecnica e terapia

  • L’intervento consiste nella infiltrazione ecoguidata intra-articolare di acido ialuronico ad alto peso molecolare, utilizzando un ago spinale (21G lunghezza 9 cm) con un accesso anteriore, cioè con il paziente disteso supino.
     

  • Se è presente versamento infiammatorio all’interno dell’articolazione la procedura viene preceduta da centesi (svuotamento del versamento) e infiltrazione ecoguidata con cortisone.
     

  • Generalmente sono sufficienti due interventi perché utilizziamo acido ialuronico ad alto peso molecolare e di alta qualità. 
    Nelle situazioni più gravi si imposta un piano di cura personalizzato.

  • L’intervento percutaneo ecoguidato ha una durata di 30 minuti.
     

  • Per il ripristino della funzionalità è prevista una convalescenza attiva e nessun tutore! 
    Al termine della terapia infiltrativa infatti seguirà l’addestramento agli esercizi di base da iniziare immediatamente dopo l’intervento ecoguidato.
     

  • Il riabilitatore individuerà le disfunzioni residue e addestrerà il paziente all’esecuzione di esercizi personalizzati. 
     

  • Alla fine del periodo di riabilitazione o comunque dopo 4 settimane seguirà un controllo clinico ed ecografico di verifica delle condizioni del paziente.

X-Ray Risultati

La borsite dell’ileo-psoas

è curabile con

centesi e infiltrazione con cortisone

Tecnica e terapia

  • La tecnica, detta centesi, prevede lo svuotamento del versamento, accumulato all’interno della borsa, un ago spinale sotto la guida ecografica.
     

  • A seguire si effettua l’infiltrazione intrabursale, di precisione, cioè vedendo la punta dell’ago all’interno della borsa, di una singola fiala di cortisone.
    ​​

  • La terapia è ben tollerata, di solito si usa il ghiaccio spray e l’anestetico locale.
     

  • L’intervento percutaneo ecoguidato ha una durata di 30 minuti.
     

  • Quindi una convalescenza attiva e niente tutori!
     

  • A seguire, lo specialista della riabilitazione valuterà il caso e addestrerà il paziente all’esecuzione di esercizi personalizzati.
     

  • Infine il controllo clinico ed ecografico dopo 4 settimane.

X-Ray Risultati

La borsite trocanterica

è curabile con

infiltrazione con anestetico e cortisone

Tecnica e terapia

  • La tecnica prevede, sotto guida ecografica, l’infiltrazione intrabursale di precisione, cioè vedendo la punta dell’ago all’interno della borsa trocanterica, con anestetico e cortisone. 
     

  • La terapia è ben tollerata, di solito si usa il ghiaccio spray e l’anestetico locale.
     

  • La seduta ha una durata complessiva di circa 30 minuti.
     

  • A seguire, lo specialista della riabilitazione valuterà il caso e addestrerà il paziente all’esecuzione di esercizi personalizzati.
     

  • Infine il controllo clinico ed ecografico dopo 4 settimane.

X-Ray Risultati

 L'entesite trocanterica del tensore

della fascia lata e/o del medio gluteo

è curabile con

needling bleeding con acido ialuronico intratendineo

e cortisone extratendineo

Tecnica e terapia

  • L’intervento ecoguidato consiste nel  “needling” (needle = ago), cioè la stimolazione con ago sottile e previa anestesia locale, della porzione alterata del tendine all’inserzione trocanterica.
     

  • A seguire si effettua l’infiltrazione intratendinea con l’acido ialuronico a basso peso molecolare adatto al tendine.
     

  • Infine si esegue l’infiltrazione peritendinea, rigorosamente all’esterno del tendine, con cortisone.
     

  • Tutto avviene con una unica puntura, un unico ago ed un unico accesso!
     

  • La terapia è ben tollerata, di solito si usa il ghiaccio spray e l’anestetico locale.

  • L’intervento percutaneo ecoguidato ha una durata di circa 30 minuti.
     

  • Al termine della terapia seguirà l’addestramento agli esercizi di base da iniziare immediatamente dopo l'intervento ecoguidato. 
    Quindi è prevista una convalescenza attiva e niente tutori!
     

  • A seguire, lo specialista della riabilitazione valuterà il caso e addestrerà il paziente all’esecuzione di esercizi personalizzati.
     

  • Infine il controllo clinico ed ecografico dopo 4 settimane.